Close

Maria Grazia Nigi

Più d’ogni umano silenzio s’incrini la parola all’intenzione e libero il pensiero la raccolga in solitudine di spirito dove il sospiro scioglie ogni dolore.

SEPARAZIONE

7 agosto 2019

Quest’aria che respiro
Gareggia coi tempi
Della morte
Non scorre l’ora
Ma c’è tempismo…
Ogni messaggio
Risulta ignoto
Al destinatario…

Chi non conobbe
I silenzi del desco
Ascolti e impari.
Saliva amaro
L’odore pagato…
Di  minestra
Eppure mi dicevo
Quant’olio ho consumato!

Avete chiuso con destrezza
Porte e finestre
Perchè la Luce non filtri
Son nuda e sola
In questo asfalto di vetri
E combatto una guerra
Senza soldati
Un fronte senza fucili
E la mia Patria s’allontana.

Dove sono i miei figli?
Quale è la mia casa?
E l’uomo mio
Perchè non parla?
E i cari amici?Chi sono?
Ma questi fantasmi
Che vogliono?
Non vedo che tenebre.

Dorme mia Madre
Il sonno dell’Egoismo
Non la svegliate!
Potreste farle male.
ll muro della Vita
E’ già affrescato…
Io sono un filo d’erba
Calpestato
A cui do fiato…

Io che non ho tradito
Per dignità  decido…
Il letto che mi si addice
E’ un fiore bianco.
Mentre in quell’altro…
Io  lascio la mia impronta
All’aguzzino…            (1980)

Lascia un commento