Close

Maria Grazia Nigi

Più d’ogni umano silenzio s’incrini la parola all’intenzione e libero il pensiero la raccolga in solitudine di spirito dove il sospiro scioglie ogni dolore.

IL PUNTO DI PARTENZA

26 giugno 2019

Come sono felice
Di aver dormito bene
Dentro il bosco
Nello spazio infinito
Delle tue verdi braccia
Come un corallo smarito
Di una catena rosa
Che si spezza
Nel punto di contatto
Più sentito…

Ma proprio tu
Con le tue forti braccia
Mi difendi
E mi tramandi l’eco
Delle mie parole
Dialoghi fitti sottovoce
Disperati e ardenti
Che solo tu sollevi.

Qualcuno ha detto
Come sei fortunata!
E dimmi dimmi…
Chi è quest’Uomo?
Questa meraviglia.
Sapevo bene
Che non avresti inteso…
Quell’Uomo ardente
Questo felice amore
Sono io.

La solitudine vibrante
Di un riscontro
Il viaggio solitario
Di una Vita
Che io stessa creo
Disfo…
E porto nuovamente
Al punto di partenza
Che poi diventa arrivo.

( Da “Il Fuoco In Testa” 1997)

Lascia un commento